Fiera di Rimini

Quando ancora non era presente la fiera di Rimini, le prime manifestazioni fieristiche di Rimini si svolsero al Grand Hotel, nel dopoguerra, con esposizioni dedicate al settore alberghiero. Negli anni ’50 nacque la Mostra dell’Artigianato riminese (MAPIR). Tra gli anni ’60 e gli anni ’70 vengono costruiti i primi padiglioni del vecchio quartiere. Nel 1972 venne costituito l’Ente Autonomo Fiera di Rimini. Tra il 1980 e il 1990 vengono costruiti ulteriori padiglioni. Alle fiere si affiancano i congressi. Nel tempo le manifestazioni sono aumentate, le fiere presenti sono diventate di interesse internazionale, gli espositori ed i visitatori sono cresciuti. Nella seconda metà del 1990 è stato progettato un nuovo quartiere fieristico poi realizzato a partire dal 1999 a nord della città di Rimini. Costruito a tempo di record, il nuovo quartiere fieristico è stato portato a termine nel 2001. La Fiera è stata così trasferita dal vecchio quartiere fieristico, situato dove oggi è presente il nuovo Palacongressi, al nuovo quartiere fieristico, situato a nord di Rimini. L’Ente Autonomo Fiera di Rimini divenne nel 2000 Rimini Fiera SpA. Tra i soci di Rimini Fiera Spa troviamo la Provincia di Rimini, il Comune di Rimini e il CCIAA. La nuova Fiera di Rimini, progettata dalla GMP di Amburgo, è stata varata nel 2001 e si estende su un’area di 460 000 m². La fiera presenta tre ingressi, 168 000 m² di superficie utile, 109 000 m² di superficie espositiva lorda, 59 000 m² per servizi. Sono presenti 16 padiglioni alti 20 metri, larghi 60 metri e profondi 100 metri. Essi sono cablati, monoplanari, oscurabili, condizionati, a campata unica e privi di pilastri interni. I padiglioni sono collegati fra loro tramite un percorso coperto di porticati, logge e fontane. La fiera di Rimini presenta un business center, 24 sale convegni fino a 730 posti, due ristoranti, nove bar, tre free-flow, due pizzerie-kebab, una gelateria, sale stampa con centro riversamento televisivo su reti nazionali, servizi assicurativi, bancari, di autonoleggio, prenotazioni alberghiere, agenzia viaggi, area shopping, nursery, pronto soccorso. Per raggiungere Rimini Fiera si può utilizzare il treno, poiché la fiera è dotata di una stazione ferroviaria interna posta sulla linea adriatica dove, in contemporanea con le manifestazioni, si fermano ogni giorno molti treni. Un altro mezzo a disposizione dei visitatori e degli espositori è il bus navetta che collega la stazione ferroviaria di Rimini, l’aeroporto Fellini e gli hotel con il terminal bus interno alla fiera. E’ presente anche un’elisuperficie con servizio di elitaxi (su prenotazione). Infine i parcheggi, ultimi ma non meno importanti. Sono ben 11.000, intercollegati tramite servizio navetta che conduce fino all’ingresso della Fiera Rimini ed attrezzati a camper service. Rimini Fiera organizza manifestazioni ad alta specializzazione riguardanti quattro distretti economici: Travel & Tourism, Technology & Enviroment, Entertainment & Leisure, Hotel & Food Industry.

Tra le manifestazioni più importanti della Fiera di Rimini ricordiamo:

SIGEP, il salone della gelateria e pasticceria.
PIANETA BIRRA, il salone della birra e di tutte le attrezzature ad essa dedicate.
MONDO NATURA, il salone per i professionisti del turismo plein-air.
RIMINI WELLNESS, il salone dedicato agli appassionati ed ai professionisti del fitness.
MY SPECIAL CAR SHOW, l’appuntamento da non perdere su tuning e car audio.
SUN & GIOSUN, il salone degli arredi e giochi da esterno.
ENADA, il salone dedicato agli apparecchi da intrattenimento e da gioco.
SIB, il salone dedicato allo spettacolo ed alle nuove tecnologie.
TTG INCONTRI, la fiera internazionale del B2B del turismo.
SIA GUEST, il salone internazionale dell’accoglienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *